alt

Le vacanze sono finite purtroppo e stiamo già tutti guardando ai prossimi ponti. La buona notizia è che possiamo già iniziare a cercare le nostre destinazioni per i weekend (lunghi o non) che verranno!

Senza addenttrarci in complessi discorsi di politica comunitaria, non penso di affermare il falso dicendo che le compagnie aeree low cost hanno probabilmente unito l’Europa più della stessa Unione Europea!! Per questo motivo vorrei elencare cinque mete interessanti, un mix tra le mie preferite e quelle più comuni (ed economiche!).

1. Parigi

Lo so, potrebbe non essere la più economica, eppure la devo mettere al primo posto perché non esiste una città che io ami di più.
Nel 2015 ci ho passato sei mesi per lavoro e prima di partire mio padre (conoscendomi) mi ha regalato il libro “Parigi non è cara (se sai dove andare)”.
La guida ovviamente è piena di ottime idee e la consiglio molto per chi decide di starci più di un weekend.

La mia top 3 per Parigi è:

Champ de Mars

Beh come non fare un saltino a vedere la Tour Eiffel. A mio parere non vale la pena salire fino in alto, ci sono code lunghissime e alla fine si rischia di passare più tempo nell’attesa che altro.

Les grandes eaux nocturnes, Versailles

Questo è uno degli eventi più belli a cui sono stato. Ogni sabato sera nel periodo estivo (dal 17 Giugno al 16 Settembre), il giardino della reggia si illumina con giochi di luce nelle fontane e laser per poi concludere la serata con i fuochi d’artificio. É talmente magico che bisogna prenotare in anticipo sul sito del Chateau de Versailles.

Montmartre

Volevi la vista panoramica della città? Eccola qui! Dal famoso quartiere degli artisti è possibile ammirare la città dall’alto in tutto il suo splendore. La domenica pomeriggio è il giorno in cui tutti i migliori artisti di strada si esibiscono e i pittori mettono in mostra le loro opere. Purtroppo è anche uno dei giorni più affollati ma che cosa pretendi, è sempre a Parigi!

2. Amsterdam

Un classico, il weekend ad Amsterdam non delude mai (non per i motivi che pensate tutti!). Questa città stupisce per i suoi edifici stretti (e anche storti), la sua liberalità e i tulipani. Uno degli aspetti migliori è inoltre il fatto che puoi tranquillamente girarla tutta in bicicletta e avrai sempre la precedenza sulle macchine.

I musei

So che suona molto banale ma vanno fatti. Non si può andare ad Amsterdam senza visitare i musei più importanti, il Rijksmuseum, lo Stedelijk museum ed il Van Gogh Museum. Se non pensate che tutti siano noiosi, sceglietene pure uno a caso.

I canali

Ci sono talmente tante società che cercano di offrirti diversi tour lungo i canali che non saprai quale scegliere. Il mio consiglio è di non stare troppo a pensarci, costano tutte più o meno uguali e ne vale veramente la pena.

Ouderkerk

Questa cittadina è una perfetta destinazione per godersi un tramonto mozzafiato. Dista solo 30 minuti in bicicletta da Amsterdam e vi garantirà un piacevole tardo pomeriggio (prima di tornare in città per cena!).

3. Varsavia

Questa città sembra uscita da una palla con la neve, è allo stesso tempo perfetta e fredda da morire (sarà che ci sono andato in Novembre). Per quanto riguarda il freddo, l’unica soluzione è bere tanto vin brule’ che viene venduto spesso dai chioschi nelle piazze.

La città vecchia

È il centro città, la parte più antica. Purtroppo molto è stato ricostruito dopo la guerra, quando era rimasto ben poco in piedi.
Le piccole vie e le grandi piazze sapranno conquistare la curiosità anche del viaggiatore più esigente.

Il museo della resistenza

Quel che non sapevi è che Varsavia è stata la città che ha resistito di più all’invasione tedesca, la rivolta è durata due mesi (dall’Agosto all’Ottobre 1944). È quindi più che doveroso farci un museo e “dovere” di ogni buon cittadino europeo visitarlo.

Il centro scientifico Copernico

Situato un po’ lontano dal centro si trova il museo di Copernico, c’è tutto l’occorrente per passare un pomeriggio a divertirsi come bambini in un negozio di caramelle.
Una delle maggiori attrazioni è il planetario "Cielo di Copernico", dove grazie alla proiezione su uno schermo sferico, che ti circonda da tutti i lati, e alle moderne tecnologie multimediali avrai la possibilità di esplorare la volta celeste in tutto il suo splendore.

alt

4. Praga

Da una palla con la neve all’altra. Praga è una città bellissima piena di storia, cultura e architettura. In più è anche molto economica, specialmente per mangiare e bere.
“Il Sogno di Pietra”, così la definì Franz Kafka, una “città magica e maledetta” custode di pregiate architetture, fantastici angoli e scorci, tipicamente romantici.

Il castello

Questo simbolo della città e dello stato ceco, è uno dei più grandi complessi al mondo ed è formato da palazzi storici, ufficiali ed ecclesiastici, fortificazioni, giardini e luoghi pittoreschi.
Si trova su una delle nove alture su cui si sviluppa Praga e ha più di 1000 anni, vale sicuramente la pena vederlo!

L’orologio astronomico

Lo so, l’hai già visto in ogni foto esistente di Praga, tuttavia non puoi non andare a vederlo, soprattutto perché è in centro e molto accessibile.
Questo orologio è stato costruito nel 1410 ed a ogni ora è possibile vedere turisti che si avvicinano per aspettare e sentirlo suonare.

Il museo degli alchimisti e maghi dell’antica Praga

A Praga ci sono un’infinità di musei, non saprai quale scegliere. Per questo ti consiglio quello degli alchimisti e maghi. Le opere sono esibizioni
L’esposizione svela il mistero che ha circondato per alcuni secoli non solo il mondo di Rodolfo II, ma anche quello di altri alchimisti, del dottor Faust, del mago Žito e altri. Nel laboratorio del sottotetto si trova un’esposizione interattiva di calderoni da alchimisti.

5. Barcellona

Appena metti piede nel sole di Barcellona non puoi fare a meno di essere sorpreso dal caldo, ma anche dalla musica e la vita che scorrono in questa città.
La capitale della catalogna, con una popolazione di 1.6 milioni di abitanti, saprà offrire tutto quello che si cerca in un weekend di svago ed allo stesso tempo di cultura.

Casa Batllò

Questa stranissima casa è il simbolo del capitalismo catalano e uno dei capolavori indiscussi di Gaudí, quindi non puoi non andarci.
Rimarrai sorpreso dai minimi dettagli curati dall’artista in persona e dalla luce naturale che entra nella casa.

La Barceloneta

Il quartiere, fatto di ex case di pescatori, è stato interamente rinnovato nel 1992 in occasione dei giochi olimpici. Una cosa molto importante, qui si trova un bellissimo lungomare moderno che da sulla spiaggia di Barcellona.

Plaza Real

La piazza reale si trova nel quartiere gotico di Barcellona. È un ottimo punto di ritrovo per le tue serate in città.
Nel centro si trova la fontana con le tre Grazie ed saltano subito agli occhi gli strani e magnificenti lampioni progettati da un giovane Gaudì alla fine dell’800.

Quindi, cosa aspetti? Pianifica in anticipo come dicevo qui e scegli la migliore offerta (ricordati di consultare comparatori come skyscanner e non solo i siti delle compagnie aeree!)

alt

#BeMoneyWise