1. Lifestyle

Come usare Oval se sei uno studente fuorisede


Risparmiare è possibile quando abbiamo delle entrate su cui lavorare: che il problema sia una scarsa visione d'insieme dei propri soldi o quello di avere un po' le mani bucate e di sapere come spenderli prima ancora che siano arrivati sul nostro conto corrente, si passa dalla consapevolezza per arrivare alla costanza di voler cambiare abitudini e farlo.

Ma quando non abbiamo delle entrate perché siamo studenti e in più possiamo contare solo su piccole cifre con cui vivere fuori casa, come fare a crearsi un fondo di risparmi a cui attingere per essere un minimo indipendenti?

Lo scopriamo oggi, grazie alla storia di Marianna!

Marianna: chi è e cosa fa

Marianna ha 20 anni e studia al Politecnico di Torino. I suoi genitori, così come lei prima di iniziare l'università, vivono in Abruzzo; la decisione di trasferirsi a Torino e di lasciare la sua amata città e la sua famiglia è stata parecchio sofferta, ma ha deciso di seguire i suoi sogni e di iscriversi a Ingegneria del Cinema e dei Mezzi di Comunicazione, un corso di laurea unico nel suo genere che le permetterà di lavorare per tv e cinema, proprio come sogna da sempre.

Qual è il suo carattere: punti di forza e di debolezza

Marianna è parecchio responsabile e matura: è anche per questo che i suoi genitori, pur non navigando nell'oro, hanno voluto darle la possibilità di seguire il suo sogno, sapendo che ha la testa sulle spalle e che, fuori casa, non c'era alcuna possibilità che si "perdesse", smettendo di dare esami e mollando l'università, facendosi prendere dalla spensieratezza e dalla voglia di divertirsi che alla sua età è più che legittima.

Marianna è stata responsabilizzata dai suoi fin da piccola: quando è nato il fratellino Mattia, spesso era lei ad occuparsene, visto che i suoi genitori lavoravano entrambi da mattina a sera. È cresciuta così attenta e matura, forse anche un po' troppo per la sua età.

Quando è arrivata a Torino si è resa conto che le sue coinquiline uscivano quasi tutte le sere e la facevano sentire una secchiona un po' noiosa. Lei ci teneva a passare gli esami con buoni voti, ma in realtà il problema erano anche i soldi.

Come utilizza Oval per risparmiare?

Marianna cerca di non gravare troppo sulle finanze della sua famiglia; allo stesso tempo, vorrebbe un po' di indipendenza in più per poter uscire più spesso con i suoi amici, visto che le sembra di non stare vivendo appieno il periodo dell'università.

Di cercare un lavoro non se ne parla, visto che lo studio le porta via tantissime ore; in compenso, un giorno vede sulla bacheca di annunci online su cui va ogni tanto per cercare mobili a poco prezzo per la sua stanza una richiesta di ripetizioni d'italiano per una ragazzina delle medie.

Si dice che è perfetto, che non le porterà via troppo tempo e potrà comunque mettere da parte un po' di soldi e uscire più spesso. In più, un giorno sente la sua coinquilina dire ad un'amica che le avrebbe restituito i soldi che le doveva con Oval Pay: incuriosita, vince la timidezza e le chiede cos'è.

La sua coinquilina le spiega che è un conto corrente con carta di debito, che permette di possedere un IBAN e di avere tantissime funzionalità senza costi. Ecco le funzionalità che, tra le altre, Marianna si annota per poi approfondire, perché trova subito interessanti per il suo caso:

📌 accumulare risparmi per ogni acquisto;

📌 depositare contanti in oltre 17.000 esercizi convenzionati;

📌 prelevare ovunque, senza commissioni;

📌 scambiare denaro gratuitamente con gli amici;

📌 pagare tasse, bollettini, bollo auto e ricaricare il telefono;

📌 trasferire i risparmi tra conto corrente personale e conto Oval, in tempo reale.

E così, Marianna si fa versare i soldi delle ripetizioni dalla famiglia di Giovanna, la bambina a cui fa lezione, direttamente su Oval Pay.

Grazie all'accumulo di risparmi su ogni acquisto, inizia ad usare la carta per fare la spesa e per ogni transazione inizia a mettere da parte qualcosa senza nemmeno accorgersene.

Così, un sabato in cui finisce di studiare prima del previsto, dà un'occhiata su Oval ai soldi che ha da parte e questa volta, quando la sua coinquilina fa capolino nella sua stanza per chiederle come ogni settimana se proprio non le va di fare un giro in centro per negozi con lei per poi fermarsi a fare un'apericena con i suoi amici, la risposta di Marianna è positiva, e senza alcun senso di colpa!

Scarica l'app

#BeMoneyWise

App Store Google Play