Start Now, Download Oval. App Store Google Play

Discover tips and tricks on how to save and invest money by Oval Money

Famiglia: croce e delizia di tutti gli italiani, luogo dal quale a volte si fugge e al quale, quasi sempre, si torna; posto di ricordi, affetti, abitudini e a volte persino tensioni. Luogo privato e intimo, aperto solo a pochissime persone, eppure anche nucleo base di ogni società che si definisca tale, dalla preistoria in qua e dalla quale, inevitabilmente, passano le abitudini sociali di consumo e di risparmio.

Fino a pochi anni fa (diciamo fino alla fine degli anni ‘90) la famiglia era molto diversa da quella che intendiamo oggi. I nuclei familiari erano più numerosi perché si facevano più figli e si tendeva a vivere tutti nella stessa grande casa. In generale c'era una maggiore stabilità.

Oggi invece, senza nulla togliere all’autenticità degli affetti, le cose sono cambiate: ci sono più divorzi (+230% dagli anni '90 a oggi), le case sono meno grandi, i bisogni materiali meno impellenti e si tende a fare un solo figlio, o addirittura non farne proprio. Non solo: i cambiamenti nel mondo del lavoro e dello studio hanno portato molte famiglie a dividersi e sparpagliarsi, visto che molte persone vivono lontane dalla città di origine o addirittura all’estero. Ne consegue che anche le abitudini di spesa, guadagno e risparmio sono molto cambiate negli ultimi due decenni.

La differenza principale, rispetto a qualche tempo fa, è che oggi, in quasi tutte le case, entrambi i coniugi lavorano. Questo ha portato non solo a una maggiore capacità di spesa, ma anche a una maggiore propensione al guadagno.

Chi si trova nella fascia di età in cui oggi ‘si mette su casa’, ossia tra i trenta e i quaranta (più tardi rispetto al passato), si ritrova alle prese con desideri molto diversi rispetto a quelli dei propri genitori (per esempio, viaggia di più ma spende meno in arredamento: sia perché i mobili costano meno, sia perché spesso si cambia casa) ma anche con una precarietà dell’economia e del lavoro che per i propri genitori era impensabile.

Il fatto di avere sì un reddito, ma di non essere certi di averlo in futuro, l’incertezza rispetto alle pensioni o alla stabilità complessiva dell’economia, ha perciò portato molti a preferire la ‘gallina domani’ e a occuparsi di come garantire un futuro stabile a sé e ai propri figli.

Per questo, secondo una ricerca realizzata da BNP-Paribas nel 2019, è cresciuto l’interesse verso polizze assicurative e piani di risparmio (questi ultimi sono cresciuti del 14% dal 1990) dimostrando un’attenzione (che chi usa Oval già conosce) che è molto simile alla mentalità della generazione X, quella nata negli anni ’80, e del modo in cui chi appartiene a quel gruppo ha impostato la propria vita: occupandosi del futuro.

Chi è intorno ai trenta oggi ha, infatti, molto meno attaccamento ai beni materiali rispetto a chi lo ha preceduto e molta più curiosità per le esperienze; grande attenzione per l’ambiente e la sostenibilità e per la qualità delle cose e soprattutto grandi progetti da realizzare.

Si tratti di fare un grande viaggio o di mandare i figli a studiare all’estero, cambia poco, nella sostanza. Si tratta comunque di progetti ambiziosi e importanti. Da costruire giorno dopo giorno, con piccoli e grandi risparmi.

Scarica l'app

#BeMoneyWise

App Store Google Play