Start Now, Download Oval. App Store Google Play

Discover tips and tricks on how to save and invest money by Oval Money

A Natale finiamo tutti per mettere a dura prova due aspetti a cui facciamo attenzione durante il resto dell'anno: il girovita ed il portafoglio.

Se sul primo, senza esagerare, possiamo applicare a gennaio tutta la nostra forza di volontà per rimediare , sul secondo meglio agire in modo preventivo, perché quando i soldi sono volati via nelle spese pazze dell'ultimo minuto per parenti-amici-vicini di casa da cui ci vergogniamo di presentarci a mani vuote, rimane poco da fare. Ok, sai già che lo Step Fitness di Oval ti aiuta a mettere in forma fisico e finanze. Ma se non bastasse?

L'anno scorso, in questo periodo, abbiamo visto insieme cos'hanno da insegnarci grandi classici natalizi come Canto di Natale, Una poltrona per due e The family man. Quest'anno ci facciamo accompagnare da uno dei personaggi della prima storia, Canto di Natale: il fantasma del Natale passato.

Arriverà da noi non alla vigilia di Natale, ma un po' prima: giusto in tempo per mostrarci, con la chiave della finanza comportamentale, tutti gli errori che potremmo aver commesso lo scorso Natale, da novelli Ebenezer Scrooge, e che siamo ancora in tempo per non commettere più, nel Natale che sta arrivando!

Errore 1: il paradosso della scelta

Il fantasma ci trasporta in un luogo che conosciamo molto bene: che sia per noi qualche famoso store online oppure il centro commerciale in cui ci dedichiamo agli acquisti di Natale, qui c'è per noi qualcosa da scoprire.

Ci avevamo anche provato, a novembre, ad iniziare a fare i nostri acquisti natalizi per tempo, in modo da non ritrovarci all'ultimo ad arraffare qualsiasi cianfrusaglia (spesso assai costosa) rimasta da Tiger pur di non arrivare a mani vuote alla festa di Natale dell'ufficio.

E poi, cos'è successo?

Siamo stati vittime del paradosso della scelta: come puoi leggere qui, è quel meccanismo subdolo che fa sì che siamo spesso schiacciati dall'eccessiva abbondanza di scelte a nostra disposizione al punto che, pur di non assumerci la responsabilità di scegliere, finiamo per rimandare quel momento fino a quando non troveremo gli scaffali vuoti.      

SOLUZIONE: fare una vecchia, sana lista a casa, prima di iniziare la nostra ricerca, può rappresentare una svolta. Abbinando ad ogni nome un'idea, che sia una categoria merceologica o uno spunto più vago, farà sì che potremo contare su un'indicazione di massima, prima di tuffarci e decidere!  

Errore 2: farci influenzare

Dal centro commerciale, il fantasma del Natale passato ci catapulta in un posto familiare, soprattutto in inverno: il nostro amato divano, con i cuscini e la copertina che non manchiamo di metterci addosso quando facciamo zapping con la tv. Perché proprio qui?

Accendiamo lo schermo e vediamo costosi orologi indossati da uomini bellissimi ed eleganti, profumi che ci promettono charme a profusione e gioielli degni di una zarina russa.

A forza di stazionare davanti alle pubblicità, tra un film e una serie tv, abbiamo iniziato senza nemmeno accorgercene ad essere pilotati dall'istinto gregario: quello che ci vuole uguale agli altri, pieni di status symbol che attestino la nostra appartenenza alla società.

Che sia un regalo fatto a sé stessi o un pensiero con cui vogliamo accattivarci le simpatie di qualcuno, il risultato è lo stesso: tanti soldi volati via senza chiederci se sia davvero ciò che vogliamo.

SOLUZIONE: sei sicuro di esserti messo in ascolto dei tuoi desideri profondi, o di aver cercato di interpretare quelli del tuo partner?

Magari lui/lei sta solo cercando di dirti in tutti i modi che vorrebbe passare più tempo occhi negli occhi, mano nella mano con te, lontano dallo stress che ha contraddistinto le vostre ultime settimane. Una piccola fuga romantica o una cena a lume di candela potrebbero darvi di più degli oggetti extra lusso che avevi puntato.    

Errore 3: in cerca di una conferma

Il fantasma del Natale passato, con un'ultima piroetta, ci ha fatto atterrare al posto libero di una tavolata imbandita dove il tempo sembra cristallizzato: è quella del pranzo di Natale dell'anno scorso, e attorno a te ci sono i tuoi parenti, che sembrano non accorgersi della tua presenza.

È arrivato il momento di aprire i regali: senza dover badare a ciò che fai, visto che in questo momento sei sotto l'ala del mantello che dona l'invisibilità del fantasma del Natale passato, puoi osservare meglio le loro reazioni.

Allora noti, dai piccoli segnali incontrollati che emergono dai loro gesti o sul loro viso, che i regali che pensavi tanto adatti a loro non sembrano essere stati così graditi.

Forse sei stato vittima dell'errore di conferma, per cui potresti aver interpretato le loro parole solo per cercare, appunto, una conferma della bontà della tua idea: forse il regalo che avevi già deciso di comprare non corrisponde davvero a quello che desideravano.

SOLUZIONE: cerca di pensare alle tue ultime conversazioni con i tuoi cari. Che cosa potresti dedurne davvero?

Quali sono i loro desideri, gli hobby che tu che li conosci bene sai che hanno messo da parte da troppo tempo? Prova a stupirli con un regalo inaspettato: sentiranno che li hai davvero ascoltati e te ne saranno grati molto più a lungo che con qualsiasi oggetto potessi avere in mente.

Vuoi coltivare anche tu un rapporto più equilibrato con i tuoi soldi, risparmiando per quello che per te conta davvero? Prova Oval!

Scarica l'app

#BeMoneyWise

App Store Google Play