Start Now, Download Oval. App Store Google Play

Discover tips and tricks on how to save and invest money by Oval Money


Chi nella vita non ha sognato di fare il Coast to Coast in America? Un viaggio mitico, sia per tutta la letteratura e il cinema che ci ruotano intorno, sia perché carico di emozioni, avventure indimenticabili e paesaggi mozzafiato.

Benché per molti sia uno dei viaggi più belli che si possono fare nella vita, si tratta di un viaggio lungo (occorre avere a disposizione almeno due settimane, meglio se tre) e molto costoso: occorre calcolare oltre al volo intercontinentale con arrivo e partenza in due località diverse e distanti (per esempio New York e San Francisco) anche le spese per il noleggio dell’auto o del camper, quelle di vitto e alloggio, l’ingresso ai parchi e alle attrazioni che si intende visitare.

Diciamo che si può stimare una spesa di 2.500/3.000 euro a testa.

Certo, dei margini di miglioramento ci sono. Abbiamo provato a cercarli per te.


_______________________________

Non tutti i mesi sono uguali


È banale a dirsi, ma fondamentale: evita l’alta stagione. Negli USA non esiste come da noi il concetto di ferie e di esodo per le ferie, ma comunque le persone si spostano in determinati periodi più che in altri.

Per questo, il nostro consiglio spassionato è di evitare come la peste i giorni a ridosso del 4 luglio e il mese di Agosto. Anche settembre è da evitare, perché il 2 settembre si celebra il Labour Day. Scegli, se puoi, ottobre: lontano da ogni festività da calendario e con il clima ancora mite, non gelido, non torrido.

Se invece pensi di optare per la primavera, ti consigliamo di fare attenzione: in alcuni Stati americani (come il Wyoming, lo stato dove si trova il parco di Yellowstone) l’inverno può essere molto più lungo che da noi e le strade essere coperte di neve.

Il tempo è denaro, in tutti i sensi


Perdere tempo può essere una grossa perdita di denaro, certo. Ma può anche farne risparmiare. Se riesci a programmare il tuo volo con alcuni mesi con mesi di anticipo e se sei disposti a fare lunghi scali, puoi prendere un volo di solo andata o di solo ritorno (le città di arrivo e partenza sono diverse!) anche meno di 200 euro.

Il nostro consiglio è di monitorare con ampio anticipo di siti di viaggi come Kayak o Skyscanner e le offerte di compagnie aeree come Norwegian, Air Italy o iberia. Alcune combinazioni di voli ti faranno fare lunghi scali (un viaggio può durare 17 ore, invece di 8), ma anche risparmiare un bel po’ di soldi.

Una spesa su cui non risparmiare: l’assicurazione sanitaria


Per una volta, noi di Oval, ti diciamo di non esitare nemmeno un attimo e di spendere quello che c’è da spendere. Se ti stai recando negli USA, specie se hai intenzione di fare un viaggio itinerante, è fondamentale che stipuli una polizza sanitaria.

Gli operatori che ne fanno sono svariati (Europe Assistance è la più celebre, ma ce ne sono decine) e i prezzi, in genere non superano il centinaio di euro. Una cifra che ti consigliamo vivamente di spendere: i costi della sanità, in America, sono altissimi, e curare anche solo una banale frattura può costare migliaia di dollari.

Spostarsi: il prezzo della libertà

Il modo più economico di viaggiare, negli USA, è l’autobus. La compagnia Greyhound collega praticamente tutte le città d’America. Solo, è, evidentemente, lenta e ti imporrà di sottostare ai suoi orari.

Se invece sei disposto a spendere un po’ di più, ti consigliamo di noleggiare un’auto. Consulta i siti con i comparatori di prezzo, e se puoi scegli per la città di partenza e di arrivo dei centri un po’ fuori mano: le grandi città, come New York, che hanno molto più via via di turisti, tendono ad avere prezzi più alti: evitarli può farti risparmiare fino a 100 dollari. Per due settimane di affitto di un’auto media, il nostro consiglio è di mettere a budget circa 700 dollari.

Dormire ovunque: W il camper!


Più lento e più costoso da noleggiare di un’auto (il prezzo di noleggio per 15 giorni è di poco più di mille dollari) ha il grande vantaggio di eliminare quasi del tutto le spese di alloggio e di ridurre di molto quelle di vitto. Inoltre ti offre una libertà praticamente sconfinata, inclusa quella di dormire sotto le stelle dei grandi parchi.

Uno spettacolo mozzafiato, che da solo vale il prezzo del biglietto.

Oltre a questo, occorre tenere presente che ogni stato ha le sue precise regole su dove e come campeggiare, in alcuni si può fare ovunque, in altri è permesso solo nelle aree attrezzate, che però generalmente non costano più di 20/30 dollari a notte. Se sei in fase di spending review e non cerchi un luogo particolarmente suggestivo, ti farà piacere sapere che numerosi centri commerciali sparsi per gli USA offrono la possibilità di pernottare nei loro enormi parcheggi.

Una cosa che costa davvero poco: la benzina

Peccato non potersene portare un paio di taniche a casa, perché negli USA la benzina costa molto meno che da noi:  i prezzi variano da Stato a Stato, ma non superano mai i 3 dollari gallone, laddove un gallone corrisponde a 3,78 litri. Vi piacerà fare il pieno in America.

Fame? Nessun problema!

Se opti per il camper, ti accorgerai ben presto che il cibo, comprato nei supermercati, ha prezzi molto convenienti. In teoria, lo ha anche quello consumato in tavole calde o fast food lungo la strada (da Taco Bell o da KFC bisogna mettersi proprio di impegno per spendere più di dieci dollari, mentre una colazione in un diner costa meno di 15 dollari), ma ti sconsigliamo di mangiare per due settimane solo cibo on the road.

I supermercati e i centri commerciali offrono un’enorme scelta a prezzi decisamente contenuti, specie per quel che riguarda la carne (che costa molto meno di quanto costi da noi). Molti di loro poi mettono a disposizione tavoli e forni a microonde per mangiare, in loco, quel che si è appena acquistato.

Occhio ai coupon!


Ricordi  il programma tv “Pazzi per la spesa”, nel quale alcuni americani riuscivano a comprare migliaia di dollari in provviste pagando solo pochi spiccioli? Ecco. E’ tutto vero.

In America i coupon di sconto sono usatissimi e diffusi. Potrai trovarli su riviste e giornali, ma anche in distribuzione in bar e negozi. Raccoglili. Anche se non hai bisogno di riempire un carrello potrebbero comunque farti avere un grosso sconto sulla spesa.

Sogni d’oro


Il prezzo per dormire in America può variare molto da dove ci si trova. Le sistemazioni più economiche sono i motel delle catene Motel6 e Super8. Certo dovrai fare appello al tuo spirito di adattamento. Ti consigliamo comunque, prima di muoverti di dare un’occhiata ai siti di comparazione di hotel.

Detto questo, il modo più  economico in assoluto di viaggiare rimane (anche se è un po’ passato di moda) il couchsurfing: di fatto non costa niente e, se sei fortunato, ti permetterà di incontrare persone interessanti e del luogo, che ti sapranno dare dritte preziose su come muoverti. Certo, richiede una buona quantità di spirito di adattamento. Ce l’hai?

La card per i parchi


Stesso discorso che per l’assicurazione sanitaria: costa un po’, ma ringrazierai il Cielo (e noi di Oval) per averla fatta. Con 80 dollari ti assicurerai l’ingresso in tutti i più di 2.000 (bellissimi) parchi americani, saltando le code e guadagnandoti alcuni servizi esclusivi. Sarà la migliore amica del tuo viaggio. Potete richiederla già dall’Italia, sul sito https://www.usparkpass.com/. Pronto a partire?

Scarica l'app

#BeMoneyWise

App Store Google Play