Discover tips and tricks on how to save and invest money by Oval Money

Oggi ti racconto la storia di un Millennial: Lorenzo Ferrari, nato nel 1997.

Lorenzo studia all’università, spendendo circa 9.000 euro annui (come fuori sede tra affitti, tasse scolastiche, cibo e libri vari): facendo un rapido calcolo, nel classico percorso 3+2, sono più o meno 45.000 euro (fonte ISTAT). Il costo della sua istruzione potrebbe essere di 3.000 euro annui circa se vivesse con i suoi, ma in 5 anni farebbe comunque un totale di 15.000 euro: mica bruscolini!

Terminata l’università, Lorenzo, se fortunato, trova uno stage che nella maggior parte dei casi è gratuito o comunque nell’ordine di qualche centinaia di euro, oppure un tirocinio formativo dove potrà ambire a 1.200/1.300 euro al mese.

Da qui inizia a “vivere”, inteso tra virgolette perché se non ha la possibilità di restare a casa con i suoi, deve pagare un affitto (dai 300 ai 450 euro al mese, se va bene) le utenze, i trasporti per andare a lavoro, i vestiti, la spesa, e sicuramente i soldi non sempre sono sufficienti per arrivare a fine mese.

La storia di Lorenzo non è così lontana dalla realtà: quanti ragazzi, al giorno d’oggi, si ritrovano nella stessa situazione? Torniamo quindi al motivo per cui il titolo di questo articolo recita: NON HAI SCELTA, DEVI INVESTIRE!

Partiamo dall’inizio però, perché la domanda che tutti mi fanno quando parlo con i ragazzi è la seguente: certo, investire è importante, ma cosa investo se sono senza soldi? BRAVO! Cominciare ponendoti questa domanda è fondamentale, perché il punto di partenza non è investire, ma RISPARMIARE (e direi che qui sei
nel posto giusto).

Partiamo quindi dal caso in cui tu abbia un reddito (anche minimo), come la paghetta dei tuoi, oppure ancora uno stipendio (del tirocinio magari). Risparmiare nella maggior parte dei casi vuol dire fare rinunce, perché adatti il tuo stile di vita ad un livello più moderato per avere quel margine tale da accantonare una certa cifra mensile. Ora, non serve cominciare con grandissimi importi, perché devi sapere che la tua più grande risorsa, l’unica che veramente è limitata (il denaro non lo è) è il TEMPO.

Risparmiare 50 euro al mese può sembrare una cifra importante all’inizio, ma giornalmente significa 1,67 euro, il che vuol dire più o meno un caffè e mezzo (dalle mie parti costa 1,10 euro, non so dalle tue). Fai mente locale, pensa alle tue abitudini quotidiane: se non riesci a risparmiare questa cifra tutti i giorni,
potrebbe essere un problema.

Personalmente ragiono sempre con un metodo alternativo, che spero possa aiutarti…

Se non vuoi pensare ai 1,67 euro giornalieri, pensa alle tue spese suddivise per voci (scooter/auto – uscite serali – spesa – vestiti) e prova a fare il seguente ragionamento: immaginando che tu non possa aumentare le entrate, 50 euro mensili significa ridurre le tue spese di 10 euro per categoria (se hai 5 voci, ad esempio, dovrai ridurre le spese per mangiare al ristorante di 10 euro mensili, fare la spesa al discount invece che al supermercato sotto casa; e così via). Ti accorgerai che con il metodo del “frazionamento” i 50 euro mensili escono fuori.

E se risparmi 50 euro mensili, significa che in 10 anni hai messo da parte circa 6.000 euro, ma soprattutto (la cosa più importante) hai adottato uno stile di vita che ti consente di spendere meno di quanto guadagni (se pensi che sia una cosa scontata, sappi che secondo l’ISTAT ci sono italiani CHE LAVORANO e comunque
non arrivano a fine mese, ciò significa che le loro spese sono maggiori dei guadagni).

Bene, ora che hai capito quanto sia importante risparmiare, devi capire quanto sia importante investire, ovvero compiere il secondo step di questo percorso per migliorare la tua vita finanziaria. Il motivo è molto semplice: se hai un lavoro qualsiasi, con uno stipendio, oppure un lavoro da libero professionista dove
hai a disposizione sempre le stesse ore lavorative, non hai modo di aumentare (almeno per il momento, ma scopriremo più avanti come fare) i tuoi risparmi.

Quindi investire porta (facendolo con le dovute accortezze) degli interessi nel tempo…

Vuol dire che se il tuo capitale rimane sempre uguale (perché la tua capacità di risparmio è limitata), gli interessi sono l’unica cosa che può fartelo crescere, lavorando PER TE. Se poi metti in atto un sistema, se le tue abitudini diventano un processo costruttivo, scoprirai che esiste una regola (definita da Einstein
“l’ottava meraviglia del mondo”) chiamata 'interesse composto'. Significa che ci saranno interessi che matureranno sugli interessi che matureranno sul tuo capitale (una sorta di matriosca, che diventa sempre più grande).

Vuoi un esempio? I 50 euro al mese visti sopra, investiti per 10 anni con un interesse annuo del 3% (ci teniamo bassi, visto il momento attuale) al termine del periodo diventano circa 7.000 euro, di cui 6.000 erano quelli da te “risparmiati” e 1000 di interessi composti (cioè il 17% in più). Prima adotti queste strategie, maggiore sarà il tuo beneficio.

Ti hanno messo un debito sopra la testa, ti hanno reso la vita lavorativa oggettivamente complicata, perciò caro lettore ascolta questo consiglio da amico...puoi contare solo su due cose in questa vita: te stesso e l’interesse composto!

Alla prossima!

Il tuo capitale è a rischio, le performance passate potrebbero non  essere indicative dei risultati futuri. Oval Money non ha la facoltà di  fornire consulenza finanziaria e, pertanto, rivolgiti a un consulente  esperto in materia per qualsiasi dubbio.

Articolo a cura di Francesco Casarella, Colazione a Wall Street.

Scarica l'app

#BeMoneyWise

App Store Google Play