Discover tips and tricks on how to save and invest money by Oval Money

Il valore stimato del lavoro non retribuito compiuto da donne ogni anno in tutto il mondo si aggira approssimativamente intorno ai 10 trillioni di dollari: il doppio di quello compiuto da uomini. Soltanto nel Regno Unito, gli uomini guadagnano in media il 9% più delle donne e soltanto il 16% di coloro che sono nei comitati esecutivi inclusi nel FTSE 350 sono donne.

Per fortuna, queste statistiche stanno lentamente iniziando a cambiare in meglio, ed è in parte grazie ad un gran numero di donne di successo che stanno facendo da stimolo al cambiamento in tutti i settori, su scala globale: ci troviamo davanti alla loro sistematico rovesciamento del vecchio stato di cose e all'inaugurazione di uno tutto nuovo.

Ecco cinque nomi di donne portatrici di cambiamento che devi stamparti bene in mente.

1.Christine Lagarde                                                                    
Direttore operativo del Fondo Monetario Internazionale

In cima a molte liste di donne più potenti del mondo, Christine Legarde ha avuto una carriera decisamente interessante.

Ha preso il posto di direttore operativo del Fondo Monetario Internazionale (FMI) nel 2011 ed è stata la prima donna nella storia ad assumere questo ruolo.

Si è classificata terza su Forbes nella lista delle 100 donne più potenti del pianeta nel 2018.

Conosciuta per la sua aperta lotta al sessismo sul posto di lavoro e per la sua battaglia per aumentare il potenziale di guadagno delle donne nel mondo, ha detto di recente in un'intervista che impiegare più donne sui posti di lavoro potrebbe dare un impulso all'economia del 35%.

2. Carla Harris                                                                    
Vicepresidente della gestione patrimoniale mondiale e Consulente ai clienti senior di Morgan Stanley

Tra le donne più influenti di Wall Street, Carla Harris è entrata in Morgan Stanley nel 1987 e ha lavorato con costanza per ricoprire ruoli chiave all'interno dell'azienda, prima di essere promossa a quello che ricopre oggi. Nel 2013 è stata anche nominata dall'allora presidente Barack Obama a presiedere il National Women's Business Council.

Notoriamente tenace e gran lavoratrice, il consiglio della Harris per tutti coloro che hanno attualmente dubbi sulle proprie capacità o non sono sicuri di essere in grado di raggiungere i propri obiettivi è: "Gestisci il tuo potere. Non lasciarti distrarre da ciò che qualcun altro ti dice".

3. Jacqueline Novogratz                                                                      
Fondatrice e CEO di Acumen

Dopo aver lasciato il suo lavoro a Wall Street nel 1986, Jacqueline Novogratz ha co-fondato il primo istituto di microfinanza del Rwanda. Quindici anni dopo, nel 2001, ha fondato Acumen, un'azienda di impact investment (ovvero, un tipo di investimento ad alto impatto sociale). Invece di dare un semplice aiuto sporadico, Acumen investe in aziende e in opportunità a livello locale per aiutare a ridare impulso ad economie depresse e a fornire soluzione economiche praticabili e durevoli.

La Novogratz è stata determinante nel trasformare quell'area di investimenti che oggi chiamiamo venture philantropy (ovvero, una filantropia a sostegno delle imprese).  

A dicembre 2016 gli attivi di Acumen avevano un valore pari a 117,3 millioni di dollari.

4. Janice Bryant Howroyd                                                                        
Fondatrice e CEO di Act-1 Group  

Prima donna afroamericana nella storia a possedere un'azienda da miliardi di dollari, Janice Bryant Howroyd ha preso in prestito 900 dollari da sua madre nel 1978 per cominciare la propria carriera. Proviene da una famiglia di undici fratelli e non permette a nulla di mettersi d'intralcio sulla sua strada. Dà il merito ai suoi genitori di averle dato capacità che le permettono di "fare molte cose a partire dal nulla".

Oggi, la sua compagnia ACT-1 è una delle maggiori imprese per occupazione nel mondo.

5. Kiran Mazumdar-Shaw                                                                          
Fondatrice e presidente della Biocon Ltd

La più ricca donna indiana che si è fatta da sola, la Mazumdar-Shaw ha fondato una delle maggiori compagnie biofarmaceutiche indiane nel 1978 all'età di 25 anni. Nonostante abbia dovuto affrontare all'inizio anni di antagonismi e rivalità in quanto imprenditrice donna, la sua determinazione e la sua impeccabile professionalità hanno portato oggi al successo globale della Biocon.

Classificata sessantesima sulla lista di Forbes delle 100 donne più potenti del pianeta nel 2018, ha oggi un patrimonio netto di circa 3,4 miliardi di dollari.

Download the app

Download the app

#BeMoneyWise

App Store Google Play