Discover tips and tricks on how to save and invest money by Oval Money

Ci sono buone possibilità che, se avete mai contattato il supporto in-app, vi abbia risposto un bot chiamato Gilberto… ah, no! Non è un bot, ma una persona vera!

Anche per lui è passato un anno da quando ha firmato con Oval e in quest’anno le sue mansioni si sono ampliate parecchio, anche grazie al suo spirito d’iniziativa. Se volete fargli auguri personalizzati in chat, nella seguente intervista potete trovare qualche spunto di ispirazione su cosa lo appassiona. Ma occhio a non fare errori grammaticali, Gilberto non perdona :-)  

Un anno di Gilberto in numeri:

💬 17.267 conversazioni con gli utenti

🥪 237 paninetti al tacchino mangiati

🎮 433 partite a Fifa in pausa pranzo

🚂 40 treni presi tra Torino e Milano

🏃‍♂️ 1.613 Km corsi prima delle 9 del mattino (e una mezza maratona con il Team Oval)

  1. Che idea avevi di Oval Money prima di entrare nel team?

Entrando in una start-up ancora in una fase iniziale di sviluppo era tutto un grande punto interrogativo. La domanda più grossa era “chissà cosa succede tra qualche mese?”.

2. Dopo un anno in Oval le aspettative sono state soddisfatte?

Assolutamente si, su alcune siamo anche andati oltre. Non avrei pensato di essere già a questo punto dopo solo un anno. Questo è un pò anche il bello di lavorare in Oval dato che siamo davvero noi a costruire l’app e il team giorno dopo giorno.

3. Rifaresti la scelta di lavorare con Oval Money?

Certamente! Fin da subito ho capito che poteva essere un'opportunità stimolante ed interessante, non coglierla sarebbe stato un delitto. Sarebbe stato difficile trovare un’occasione migliore.

4. Cosa ti piace fare quando non sei al lavoro?

Sono un grandissimo appassionato di sport e mi alleno quasi tutti i giorni, quando però anche il corpo dice basta mi piace leggere e tenermi informato su quello che accade nel mondo. La cosa importante è stare lontano dal computer.

5. Cosa ordini al bar?

La mattina caffè (rigorosamente amaro) e spremuta. La sera negroni e poi si passa al whiskey.

6. Se potessi andare in qualsiasi posto, dove andresti?

In mezzo all’oceano, su una barca a vela. In alternativa, in un posto dove non sono mai stato il più fuori possibile dalla mia comfort zone.

7. Quale è la cosa di cui non puoi fare a meno?

Lo sport sicuramente!

8. In cosa sei laureato?

Sociologia e ricerca sociologica.

9. Cosa facevi prima di venire Oval?

Prima di entrare in Oval, in sostanza il mio primo lavoro, ho fatto un dottorato di ricerca, sempre in sociologia, a Edimburgo (tra kilt, haggis, cornamuse e whiskey).

10. Il tuo lavoro dei sogni?

Un lavoro che mi permetta di mettere a disposizione di tutti quello che avuto la fortuna di studiare ed imparare.

11. La tua più grande paura?

Rimanere intrappolato a fare una cosa che non mi piaccia e che non mi soddisfi.

12. La tua più grande debolezza?

Mi arrabbio troppo facilmente.

13. Citazione preferita?

Difficile dirne una sola ma dovendo scegliere direi “Est Modus in Rebus”, dalle Satire di Orazio.

14. Cosa volevi essere da grande?

Da piccolo avrò cambiato idea circa 50 volte ma mi ricordo che per un certo periodo sono stato molto convinto di voler fare il pizzaiolo.

15. Per cosa vorresti essere ricordato?

Essere ricordato non è una cosa che mi interessa particolarmente. Mi piacerebbe però contribuire, in un qualsiasi modo o ambito, ad un miglioramento la società in cui vivo.

Download the app

Download the app

#BeMoneyWise

App Store Google Play