Discover tips and tricks on how to save money.

Sono sicura che con la prima affermazione che farò mi immaginerete subito come una cariatide: vorrà dire che correrò questo rischio, però vi svelo anche subito che ho trent'anni, così non me ne darete di più del dovuto!

Ho un ricordo molto vivido degli spiccioli grazie alla mia infanzia.

Ricordo soprattutto la sensazione di riuscire a comprare moltissime cose con gli spiccioli che avevo in tasca, tutti generi di prima necessità per un bambino degli anni '90: per di più le finivo tutte svuotandomi le tasche (letteralmente!) dal giornalaio o in libreria, comprando figurine, giornalini, libri (forse per alcuni serviva almeno un po' di carta, però!).

Ancora oggi, infatti, le associo all'odore prepotente di carta stampata che mi assaliva, dandomi piacevolmente alla testa, quando entravo nei negozi.

Non ricordo a quanto ammontasse la mia paghetta, sono sincera: ho anche l'impressione che, dopo un po', la carta avesse sostituito almeno in parte gli spiccioli.

Però so che il mio porcellino portamonete era un mio fido amico, e ricordo l'eccitazione di quando, dopo aver accumulato le monetine che mi "allungavano" i grandi, mi preparavo ad aprirlo e a contare quello che ero riuscita ad accumulare.

Che poi il bello era questo: quando magari mi mandavano a comprare qualcosa non facevo mai "la cresta" (ovvero, non mi intascavo il resto): erano gli stessi adulti a dirmi di tenere pure le monetine rimaste, e io naturalmente obbedivo.

Insomma, mi sembrava di stare mettendo da parte un tesoro, e non immaginate la soddisfazione di sentirmi virtuosa perché accumulavo nel mio salvadanaio i soldi insperati e non previsti, invece di correre a spenderli.

Il momento dell'apertura e della scoperta era meraviglioso non tanto perché avessi accumulato dei patrimoni, ma per l'effetto sorpresa e per la sensazione di poter contare su più soldi.

Se volete provare la stessa mia sensazione di gioia, potete provare Oval Money: potete immaginarlo come il vostro porcellino-salvadanaio ma virtuale, e con il meccanismo degli arrotondamenti potreste ritrovarvi con ben più soldi di quanto pensate!

UN'USANZA IN VIA D'ESTINZIONE    

Mi capita di parlare con clienti ed amici del loro utilizzo dei soldi. Ebbene, non so se vi stupirete o se darete loro ragione, ma oggi, nell'era dei pagamenti digitali, utilizzare i contanti e gli spiccioli dà a molti un problema: quello di sentirsi meno in controllo del proprio denaro e di fare meno attenzione a quanto si spende.

Nonostante questo, come potete leggere in quest'articolo, noi italiani continuiamo a tenerci ben saldi agli spiccioli, al contante, rispetto agli altri Paesi europei, anche se qualche spia di cambiamento sembra esserci.

Al di là dei miei ricordi malinconici di quando ero bambina, in effetti, anche io oggi privilegio l'uso di strumenti di pagamento cashless: la comodità nel controllo delle transazioni è ben diversa e, oltre ad avere una visione più chiara di quanti soldi ho effettivamente, c'è anche un altro vantaggio.

In caso di acquisti compulsivi tramite spiccioli e contante, possiamo sempre autoassolverci facendo sparire il corpo del reato: basta nascondere quel voluminoso sacchetto pieno di vestiti nell'armadio fino a quando non ci saremo convinti di aver fatto bene e che ne avessimo effettivamente bisogno. Diventa più difficile, invece, ignorare i numeri che leggiamo nel nostro home banking e che sembrano volerci far sentire in colpa dallo schermo.

I contanti ci danno al sensazione di essere più fluidi, di andare e di venire: chissà che non siamo fortunati e troviamo una banconota o degli spiccioli per strada, o chissà che non riceviamo indietro dei soldi di cui non ci ricordavamo più.

Naturalmente, tutto questo va contro quello che ci insegna la finanza comportamentale e che vi ho raccontato in quest'articolo : cento euro spesi per una maglietta sono sempre cento euro, che li paghiamo in contanti o con una carta.

Ve lo confesso, però: sarà sbagliato e mi farà perdere il conto dei soldi che spendo, ma ogni tanto mi tolgo la soddisfazione di pagare con gli spiccioli dal giornalaio o dal tabaccaio: e mi sento subito tornare bambina, un po' come Proust con le sue madeleines.  

Per iniziare a risparmiare in modo più consapevole e sfuggendo alla trappola dell'emozione, scoprite Oval Money!

Download the app

Download the app

#BeMoneyWise

App Store Google Play