Discover tips and tricks on how to save money.

Avete mai riflettuto su quanto noi esseri umani siamo influenzati negli acquisti dal fatto che abbiamo visto o siamo entrati in contatto direttamente e più volte con un prodotto? Questo non vale soltanto per manufatti o acquisti materiali: più un professionista o un marchio sono riconoscibili ai nostri occhi, più si accorceranno i tempi e diminuirà la ritrosia verso l'idea di un nostro contatto spontaneo.

Sto parlando del principio della "mera esposizione", usato di frequente nell'ambito del marketing (a questo riguardo, potete approfondire con questo bell'articolo). In fondo, se ci pensate bene, è semplice: ciò che vediamo spesso ci diventa familiare, innescando una reazione a catena che ci porta a pensare che, essendo vicino, è qualcosa di sicuro e controllabile: se vogliamo fare due chiacchiere con quel professionista prima di comprare il suo servizio a scatola chiusa, possiamo farlo, e spesso ci basta questa rassicurazione, senza passare direttamente ai fatti.

Pensate se, a questo, aggiungiamo gli amici che ci parlano bene di quella persona o di quel prodotto: questo è il meccanismo della riprova sociale, di cui abbiamo tutti esperienza perché ampiamente sfruttato da Facebook. Avete mai notato che quando navighiamo sulla pagina di un professionista o di un marchio ci compaiono a lato le faccine conosciute di alcuni nostri amici con la scritta "Piace a ... e ad altri tot tuoi amici?". Pensateci: sarete o no più propensi a mettere un "Mi piace", per raggiungere i vostri amici già nel gruppo?  

Vi ho raccontato tutto questo per dimostrarvi quanto sia comune che ci facciamo attrarre da qualcosa soltanto perché ci è già familiare e vicino in qualche modo: che sia dal punto geografico, emotivo o personale, il risultato non cambia. Può andarci bene oppure male a seconda di chi o cosa c'è dall'altra parte, perché succede così quando ci facciamo guidare da un meccanismo inconscio o dettato da emozioni ed affetto.

LA MERA ESPOSIZIONE CHE DIVENTA HOME BIAS

Cosa succede se prendiamo tutto ciò che abbiamo visto finora e proviamo a calarlo nel mondo degli investimenti?

Succede che otteniamo l'home bias, vale a dire quella distorsione studiata dalla finanza comportamentale che porta ad acquistare dei titoli sulla base di una vicinanza, geografica oppure emotiva, con il risultato di non diversificare i propri investimenti. La diversificazione è il principio che potrebbe essere riassunto con "mai puntare tutto su un solo cavallo": è meglio non privilegiare un solo strumento, una sola area, un solo settore, ma ridurre il rischio affidandosi a strumenti, aree, settori differenti.

L'home bias è quel meccanismo che spinge a comprare soltanto azioni dell'azienda in cui lavorate, perché il fatto di recarvici fisicamente e di vederla in carne ed ossa vi fa pensare e supporre di conoscerla bene e di stare puntando su un cavallo sicuro. Può spingere a legare le sorti dei propri soldi alle vicende di un titolo solo perché avete sentito più volte la pubblicità di quel marchio, invece di fare una valutazione accurata e un'analisi obiettiva di rischi, benefici e di possibili alternative più redditizie. Naturalmente, è possibile che anche dopo un'attenta valutazione scegliate per i vostri risparmi lo stesso esito: ciò che cambia è che l'avrete fatto consapevolmente e non sulla base del sentimento.

Voglio illustrarvi la trappola con un ultimo esempio: avete presente il romanzo di enorme successo (da cui è poi stato tratto anche un film) "La ragazza del treno"?

La protagonista invidia la vita, apparentemente perfetta, di una coppia che vede ogni giorno sul tragitto del treno che la porta al lavoro: le cose si complicheranno e lei sarà costretta a rivedere le sue false credenze, nel momento in cui la donna che osserva sempre sarà trovata uccisa.

Non è detto, insomma, che conosciamo davvero chi che ci è vicino, familiare e che vediamo ogni giorno. Qui trovate una lista di libri per scolpirvelo bene in mente e per evitare di cadere nell'home bias: la chiamavano "terapia d'urto"! ;)

Per iniziare a risparmiare fin da oggi, togliendovi dalla trappola dell'emozione, scoprite Oval Money!  

Download the app

Download the app

#BeMoneyWise

App Store Google Play