Discover tips and tricks on how to save money.

Oggi vi richiedo di essere davvero molto sinceri con voi stessi ("Ma come, non è quello che stai facendo in tutti i tuoi articoli, per cui il prossimo passo sarà quello di consigliarci una bella confessione dal parroco?" penserete forse voi).

Va bene, in parte avete ragione, ma forse starete iniziando ad intuire che il viaggio di presa di coscienza dei vostri errori e dei tranelli della vostra mente quando si parla delle vostre finanze si avvicina molto ad una presa di coscienza dei nostri vizi e delle nostre virtù, intese non in senso morale.

In fondo, ricordate quando, qualche articolo fa, vi esortavo a conoscere voi stessi, intendendo soprattutto il riconoscere i vostri limiti?

Tutti ne abbiamo, ma ognuno di noi è diverso per carattere e per storia: possiamo dire che le circostanze ambientali (come e dove siamo cresciuti) vadano di pari in passo con la genetica, ciò che ci portiamo dietro come eredità. Meglio non iniziare a parlare di questo però, visto che ci inseriremmo in una disputa e in una questione su cui psicologi e scienziati si arrovellano da tempo.

COLPA MIA O COLPA TUA?

Quello su cui vi chiedo di essere sinceri è questo: pensate di essere delle persone che si prendono le proprie responsabilità, oppure avete la tendenza a prendervi i meriti di ciò che va bene, per scaricare sugli altri le colpe di ciò che è andato male?

Abbiamo parlato, negli scorsi articoli, di alcuni errori ex ante, che compiamo prima di prendere una decisione.

Abbiamo parlato anche del fatto che, spesso, a forza di non decidere si spende: per i momenti in cui non ve la sentite di prendere quella maledetta decisione, perché non provate il salvadanaio virtuale di Oval Money, per allontanare la tentazione?  

Quello di cui vi parlo oggi è invece un errore ex post: facciamo un'incursione nel momento in cui vi siete decisi. Avete finalmente investito i vostri sudati risparmi scegliendo uno strumento piuttosto che un altro.

Ci avete riflettuto bene, vi siete documentati leggendo tutti i documenti, i forum e formandovi la vostra opinione personale.

Eppure, le cose non vanno proprio come pensavate: è passato del tempo da quel momento e le vostre speranze di diventare i nuovi Paperon de' Paperoni stanno naufragando miseramente, mentre vedete assottigliarsi il vostro capitale (lasciamo stare il fatto che che avevate probabilmente dato ascolto a qualche falso mito in cui l'orizzonte temporale di un investimento era straordinariamente risicato).    

Cosa ci scommettete che l'errore di attribuzione, quello che stiamo vedendo oggi in azione, vi farà dare la colpa a tutti tranne che a voi?

QUEL FILO DI VENTO MI HA UN PO' DISTRATTO

Il consulente non ha sottolineato abbastanza la pericolosità di quello strumento, quel sito su cui vi siete documentati avrebbe dovuto prevedere la crisi dei titoli di quel settore che è iniziata poco dopo, il cane del vicino abbaiava ininterrottamente per cui voi non siete riusciti a concentrarvi mentre leggevate quell'articolo che vi avrebbe fatto propendere per l'investimento vincente (naturalmente l'altro, rispetto a quello che avete scelto).

Provate a pensare a quanto tempo state perdendo nella ricerca a tutti i costi di un colpevole: tempo che avreste speso meglio nel cercare di capire se il vostro fosse un falso allarmismo o se convenisse davvero cambiare aria finché c'era tempo.

In fondo, siate sinceri: non vale solo per i vostri soldi, un po' ci si nasce con l'indole da vittima del mondo intero, o con la voglia e la forza di rimboccarsi le maniche e di capire se si poteva fare un po' meglio.

Però c'è sempre speranza: di cambiare un po' se stessi, di pensare di più e meglio, la prossima volta.  

Per iniziare a risparmiare in modo più consapevole e sfuggendo alla trappola dell'emozione, scoprite Oval Money!      

     

Download the app

Download the app

#BeMoneyWise

App Store Google Play