(English version)

alt

Volente o nolente l’economia odierna è basata sul credito. Molti agi della vita moderna sono, infatti, possibili unicamente ricorrendo a forme di finanziamento.
È indubbio che in alcuni paesi europei le persone sono restie a utilizzare la carta di credito per le piccole spese quotidiane e questo approccio non è necessariamente negativo. Quel che vorrei spiegare è che una combinazione dei due metodi di pagamento potrebbe rivelarsi molto più conveniente di quanto si pensi.
Il vantaggio dei contanti è che aiutano a risparmiare: se non li abbiamo in portafoglio, non possiamo spenderli! E se non li abbiamo guadagnati, nel portafoglio non ci entreranno mai! Utilizzare i contanti per ogni spesa quotidiana potrebbe essere una buona soluzione per stare attenti al budget.
Un altro lato positivo che i contanti ci danno è la soddisfazione di vedere fisicamente i soldi che sono stati guadagnati, sembra una cosa banale ma questo sentimento può essere molto difficile da abbandonare qualora si intenda cambiare abitudini.

Quindi, perché usare anche la carta di credito per le spese quotidiane?

Il credito è una parte inevitabile della vita di ogni persona, ogni persona si è già trovata o si troverà necessariamente a prendere a prestito del denaro nell’arco della propria vita.
In alcuni paesi non è possibile accedere a grandi crediti quali il mutuo senza avere una storia creditizia, che sia con prestiti standard oppure con una carta di credito.
A fronte di tutto ciò, dobbiamo imparare a capire come trarre i massimi benefici da questo contorto sistema.
Le carte di credito sono probabilmente il metodo più comune per prendere a prestito frequentemente. Questo strumento ci permette di fare acquisti che normalmente non potremmo fare utilizzando solo i contanti.
I consigli di base li conosciamo tutti: mai prendere a prestito quello che non possiamo restituire ed assicurarsi che nel giorno di addebito del saldo della carta ci siano fondi sufficienti, questo per evitare di incorrere in sanzioni o a blocchi di fondi.

alt

Ma come funziona veramente?

Il funzionamento delle carte di credito in Italia è molto semplice, ogni mese possiamo fare acquisti fino al raggiungimento del nostro massimale e il mese successivo siamo addebitati per la somma corrispondente. Qualora nel conto ci siano sufficienti fondi, non saranno dovuti né interessi né commissioni aggiuntive. Il costo di questa carta è normalmente un canone annuale, ma alcuni nuovi conti online offrono carte di debito e credito gratuitamente
Ci sono tuttavia costi potenziali (e molto salati) che vengono a crearsi sia quando si ritira del denaro contante e si faccia un pagamento in valuta straniera, sia quando l’addebito mensile del saldo genera uno scoperto nel conto corrente.
Quest’ultimo caso contribuirà a lasciare un brutto voto nel personale “credit score”, ovvero nel “punteggio personale come debitore”, che potrebbe portare in futuro a vedersi negata una qualsiasi richiesta di credito.

Un altro tipo di carta di credito è la cosiddetta “revolving”. Questa carta funziona esattamente come la normale carta di credito per i pagamenti, ma il rimborso dell’ammontare preso a prestito può essere fatto a rate.
Viene solitamente stabilita una rata minima mensile e tutto ciò che va oltre può essere pagato a discrezione del cliente. Ovviamente qualora non si saldasse l’intera cifra presa a prestito il mese precedente, verranno applicati interessi sul netto di quanto è stato preso in prestito. Questi interessi aumentano man mano che il debito non viene saldato portando in molti casi a spiacevoli inconvenienti.
La carta di credito revolving può essere un buon metodo per pagare ad esempio le vacanze. Supponiamo di trovare un’offerta molto vantaggiosa a gennaio per un viaggio ad agosto, ma di non avere liquidità sufficiente nell’immediato. La carta di credito revolving ci permetterà di pagare l’intera somma e dilazionarne la restituzione alla banca nei mesi successivi.
È molto importante valutare se il tasso che sarà applicato sia conveniente. Se, ad esempio, a gennaio spendiamo 400€ per un viaggio e viene applicato un tasso di interesse del 10% annuo, in 4 mesi gli interessi che si dovranno pagare saranno circa 5€. Se la somma viene rimborsata parzialmente ogni mese, gli interessi dopo 4 mesi saranno ancora più bassi.
Al di là di queste spese saltuarie, il modo migliore di utilizzare la carta di credito è per spese che siamo sicuri di poter pagare entro il mese successivo.

Comprendo bene che tutti questi ragionamenti a volte fanno girare la testa di chi non è abituato, ma capire il sistema del credito è il modo migliore per imparare ad usarlo a proprio vantaggio.

Una volta compresi pochi semplici ragionamenti potremo renderci conto di avere una possibilità di spesa superiore di quanto immaginavamo.
...........................................................................

Tieni sempre sott’occhio le tue spese con Oval Money e accumula i risparmi...automaticamente #BeMoneyWise

alt
Scarica l'applicazione o entra nella waiting list di Android